Ciao ,
cosa desideri dalla vita?

Aspetta, te lo dico io: felicità.

Già, tu non vuoi altro.
Non mi credi?

Facciamo un test.

Ti andrebbe bene se avessi una salute perfetta, ma fossi sempre infelice, preda di rabbia e disperazione?
No, vero?

O ti andrebbe bene se avessi accanto una persona che ti ama, ma provassi ogni mattina ansia, angoscia e tristezza?
No, vero?

Qualsiasi cosa tu oggi desideri, la cerchi solo perché pensi che ti renderà felice.
E felice non significa "euforia".

Significa benessere, pace, serenità, significa calma e sicurezza.
Stai bene, ecco tutto.

Tutti vogliamo stare bene.
O vuoi stare male {!firstname_fix}?

Per cui, dietro ogni nostro desiderio si nasconde sempre la stessa cosa: benessere e felicità.

Ossia EMOZIONI POSITIVE.

Sono le tue emozioni a dire se vivi una vita stupenda, o una vita orribile.
Più tu stai bene, più penserai che la tua vita sia fantastica.

EMOZIONI.
E così, oggi, ti spiego come funzionano.

Non ci vorrà molto, e sarà la cosa più importante da capire.
Da questa deriva tutto il resto.

Cominciamo da questo: tu vivi.
Cosa vivi?

Situazioni.
Chiamiamole così per comodità.

Parole che ti dicono, risultati che ottieni, cose che accadono...
Tutto quel che vivi è una situazione con cui tu entri in contatto.

E ogni situazione non ha alcun potere sulle tue emozioni.

Si tratta "solo" di uno STIMOLO.

Cosa accade di fronte a ogni situazione che vivi?
Che tu valuti questa situazione.

Il processo è tutto nella tua mente, e per lo più avviene a livello inconscio.
(sarà uno dei temi che approfondiremo più avanti)

In cosa consiste questa valutazione?
La faccio molto semplice: per te oppure contro di te.

In sostanza tu valuti se OGNI cosa che ti accade è per te, oppure contro di te.

Ecco uno schema chiaro:
  • Situazione
  • T_ _ _ _ _
  • R_ _ _ _ _
  • Pensieri
  • Emozione
In questo schema noti che situazione ed emozione sono le cose più distanti tra loro e non sono neanche in contatto.

Come sosteneva già Marco Aurelio, imperatore vissuto prima che nascesse la psicologia, l'emozione non dipende da cosa ci accade.

Ora, da cosa deriva questa valutazione?
Dai due livelli che non ti ho svelato, ma che ti mostro tra poco.

Prima considera questo: quando valuti una situazione come "per te", provi un'emozione positiva.
Se invece la consideri "contro di te" provi un'emozione negativa.

Ovvio?
Bene.

Sai cosa significa?
Che non ha ALCUNA IMPORTANZA la situazione, CONTA SOLO la Tua valutazione.

Per questo l'emozione è, citando le parole di Branden, una REAZIONE VALUTATIVA.

Per cui a generare le tue emozioni non sono mai gli altri, quel che accade o ciò che vivi.

Anche perché, se così fosse, tutti dovremmo provare SEMPRE LE STESSE emozioni di fronte agli stessi eventi.
In questa newsletter ti avevo dimostrato che non è così ⇒

Ma cosa determina questa valutazione?
Innanzitutto le nostre Regole.

Ecco lo schema di prima:
  • Situazione
  • T_ _ _ _ _
  • Regole
  • Pensieri
  • Emozione
Una regola non fa altro che dirti se quello che accade va bene oppure no.

Se non va bene, scatterà un tipo di pensiero che genera emozioni negative: si chiama PRETESA.

Se la tua regola ti dice che quella situazione va bene, scatterà un pensiero che genera emozioni positive, potremmo chiamarlo desiderio...
Ma come vedremo, spesso è solo una PRETESA SODDISFATTA...

Già, perché non è la regola che decide se qualcosa va bene oppure no.
A stabilirlo è il secondo punto, quello più importante: il tuo Tesoro.

Cosa significa?
Io chiamo "Tesoro" ciò che noi consideriamo LA FONTE della nostra felicità.

E torniamo al principio, ricordi?
Tu vuoi essere felice.

Benessere, emozioni positive, serenità.
Da cosa dipende?

Dal Tesoro, o meglio dai Tesori, a cui tu sai di poter chiedere questa felicità.

E così l'emozione non è altro che una reazione alla tua valutazione della realtà.

Provi un'emozione negativa OGNI volta che vivi qualcosa che tu consideri una minaccia al tuo tesoro, e di conseguenza alla tua felicità.

E all'opposto ne provi una positiva se vivi qualcosa che tu consideri un vantaggio per il tuo tesoro, e di conseguenza per la tua felicità.

Ecco lo schema completo:
  • Situazione
  • Tesoro
  • Regole
  • Pensieri
  • Emozione
Ogni volta che tu vivi qualcosa, la prima domanda inconscia che ti fai è: questa cosa danneggia o protegge il mio Tesoro?

Questa cosa minaccia il mio Tesoro, o mi aiuta a conquistarlo o difenderlo?


Questa risposta dipende dalle tue regole, che stabiliscono per te se quello che vivi va nella direzione del tuo tesoro o contro di esso.
(anche di come si formino queste regole, parleremo nelle prossime newsletter)

Una volta che dentro di te hai valutato se quel che vivi è positivo o negativo, pretenderai qualcosa, rifiuterai quel che vivi come una minaccia, deisdererai ciò che consideri capace di portarti alla felicità.

E da questi pensieri nasceranno le tue emozioni.

Non esiste al mondo una sola situazione che sia responsabile di quello che provi.

La nostra mente non funziona così.
Ma seguendo quello schema che ti ho mostrato prima.

L'emozione è un processo TOTALMENTE INTERIORE.

Dipende SEMPRE E SOLO dalla nostra personale valutazione.

Se capisci questo, puoi iniziare un cammino che ti porti, con le tue sole forze, a vivere la vita che hai sempre desiderato.
Sì, una vita felice.

Nel video qui sopra ti spiego questo processo in modo più dettagliato.

Guardalo, perché capire le nostre emozioni è alla base di tutto.
Se fai tuo questo processo NATURALE, farai poi tutto il resto.

Questa si chiama Indipendenza Emotiva.

Buon lunedì, ci vediamo domani!


Un abbraccio
Giacomo Papasidero
Il Tuo Mental Coach